Notizie > Castellanza

 

Clicca per ingrandire


 
  "Secondo Orfea - Quando l'amore fa miracoli", sabato 26 il CAV festeggia i 30 anni con uno spettacolo al Dante

Castellanza (22 nov 2016) Il 2016 è per il Centro Aiuto Vita (C.A.V.) di Castellanza un anno particolare, perché l’Associazione raggiunge un traguardo importante: i 30 anni di attività!
Il C.A.V. di Castellanza nasce nel 1986 per volontà di alcune persone che credevano (e continuano a credere) nel valore della vita umana fin dal suo concepimento e si sono unite per esprimere un sostegno concreto di solidarietà a chi ha problemi nell’accettare una vita, a chi ha difficoltà nel portare a termine una gravidanza, a chi nella solitudine fatica a far crescere il proprio bambino. In questi 30 anni il CAV di Castellanza ha organizzato conferenze sull’affido familiare, incontri di educazione sui “metodi naturali”, campagne di sensibilizzazione sui temi della Vita, ha collaborato ad adozioni a distanza in ex Jugoslavia, Malawi e Brasile.
Dal 1994 l’Associazione ha attivato alcuni “Progetti Gemma”, un’idea del Movimento per la Vita per sostenere economicamente una mamma ed il suo bambino per un periodo di 18 mesi. Nel 1995 è stato inaugurato uno sportello di ascolto e distribuzione di beni di prima necessità presso la Caritas. Negli stessi anni, l’associazione ha allargato il suo campo di intervento anche ai ragazzi in età scolare, cominciando ad organizzare un’attività di Doposcuola come sostegno a famiglie in difficoltà, un’attività che tuttora coinvolge circa 50 ragazzi e altrettanti volontari.
Per festeggiare la ricorrenza, i membri del Consiglio hanno invitato l’attrice Margherita Antonelli a presentare sabato 26 alle ore 21, presso il teatro di via Dante di Castellanza, lo spettacolo teatrale "Second Orfea- quando l'amore fa miracoli" -, una rappresentazione poetica e divertente che ha anche vinto il concorso “I Teatri del Sacro” a Lucca nel 2013. I biglietti in prevendita sono disponibili presso il Bar “Fourteen” di via Veneto, vicino al Teatro, oppure presso i membri del Consiglio dell’associazione.

Lo spettacolo
Questa è la storia di Orfea. Orfea è una donna che vive a Gerusalemme nell’anno zero. Un tempo difficile per una donna sola, vedova di un centurione romano al seguito di Ponzio Pilato.  Le giornate di Orfea si dividono tra il tempio, la fontana e quattro, lenzuola da stendere, chiacchiere con le altre donne. Una vita consumata nella tranquillità all’ombra della sua casa, ma un giorno vengono ad abitare vicino a casa sua, una coppia di giovani sposi. Lei è incinta. Si chiamano Giuseppe e Maria.  Da quel momento la vita di Orfea non sarà più la stessa: i giovani sposi la coinvolgono in questo loro vortice, che sarà la vita del loro bimbo, del quale Orfea si prende cura quando la madre è affaccendata nel quotidiano.
Una visione dei fatti del Vangelo teneramente riletti da una donna semplice, concreta, come dovrebbe essere la fede, quella fede in un Dio fattosi bimbo, ragazzo, adolescente e adulto. Una fede, quella di Orfea, fatta di cibo preparato con cura, di acqua presa alla fontana, di rimproveri benevoli, di cammini lunghi per ascoltarlo, di discussioni con gli scribi, di domande profonde, per difendere questo ragazzo “strano”.

Margherita Antonelli
Margherita Antonelli è nata a Milano, il 22 maggio 1963.
Il grande pubblico ha imparato a conoscerla e ad amarla calata nel personaggio di Sofia Matuonto – l’inarrestabile donna delle pulizie di programmi come Cielito Lindo, Facciamo Cabaret e Zelig, la quale, rassettando salotti e pulendo bagni, stigmatizza comportamenti, tic e nevrosi delle famiglie in cui lavora e della società intera. Ma Sofia non è che uno dei personaggi di Margherita, così come il cabaret non è che uno dei settori in cui ha espresso il suo talento. Attrice completa, la Antonelli nasce dal teatro impegnato ed approda in un secondo momento alla televisione, vantando al suo attivo anche alcune esperienze cinematografiche. Nel 2015 ha esordito anche in ambito letterario come autrice del romanzo "Il vestito della sposa" per La Memoria del Mondo Libreria Editrice.

Celso Costantini- @Castellanzarete

 

Vai alle notizie:     Castellanza