Clicca per ingrandire


Presepe Vivente a Castellanza

 

Il presepe vivente di Solidarietà Familiare

Castellanza, 3 Dicembre 2016. Riceviamo e pubblichiamo (CC).

Ci sono eventi che caratterizzano una stagione in una Comunità. È il caso del Presepe Vivente organizzato prima di ogni Natale a Castellanza dall’Associazione Solidarietà Famigliare: nata più di vent’anni fa, questa manifestazione si è rinnovata negli anni, ma ha mantenuto la sua peculiarità, cioè l’incontro tra il mondo dei disabili e il resto della comunità, di fronte al Mistero della Natività. È un incontro da cui scaturisce la voglia di partecipazione di quelli che ci ostiniamo a chiamare “i nostri ragazzi” e una consapevolezza diversa in coloro che raccolgono l’invito di unirsi al corteo o semplicemente di assistervi; per gli uni si tratta della soddisfazione di stare alla pari in mezzo agli altri figuranti, per gli altri si tratta di farsi provocare da una rappresentazione sì, popolare, ma carica di significati.
All’interno di questo contesto, sempre più importante diventa il contributo dato da molte associazioni e realtà castellanzesi: in ordine sparso, la Banda Santa Cecilia, il C.A.I., il Gruppo Sportivo Tapascioni, gli Oratori, il Rione d’Insù, I Giovani Castellanzesi, la Pro-Loco, le Scuole Materne, la Protezione Civile. Grazie alla loro collaborazione, il Presepe prende vita ed è capace di coinvolgere tante persone.
Quest’anno il Presepe Vivente si svolgerà domenica 11 dicembre. I bambini delle scuole materne e i ragazzi delle scuole elementari e medie sono attesi alle ore 15.30 presso l’Istituto Maria Ausiliatrice, in via Cardinal Ferrari 7. Chi ha già a disposizione un costume adatto alla rappresentazione (angelo, pastore, popolano, ecc.), è bene che lo porti con sé, agli altri verrà fornito sul posto. Alle ore 16 ci sarà il ritrovo per tutti i figuranti, alle 16.30 si formerà il corteo intorno alla Sacra Famiglia, che come vuole la tradizione, sarà interpretata da una coppia di sposi castellanzesi con il loro pargolo. Durante il percorso verso la grotta della natività, i giovani dell’oratorio daranno vita a delle brevi rappresentazioni di episodi evangelici legati al Natale, mentre la Banda S. Cecilia farà da colonna sonora. Il corteo terminerà intorno alle 17.30 presso la suggestiva grotta allestita all’interno del parco dell’università LIUC, dove ci sarà anche una sorpresa musicale.
Vicino alla grotta sarà allestito un mercatino di Natale, ricco di offerte gastronomiche e non.    
Un grazie particolare va alla LIUC che permette l’utilizzo del parco annesso all’università. La manifestazione non si terrà in caso di maltempo. 

Daniele Colombo

 

Altre opinioni