Clicca per ingrandire


 

Riflessioni a lume di lampione di un ex-amministratore

Castellanza, 21 Lug 2017. Da Tiziano Langè, già assessore al bilancio, riceviamo e pubblichiamo una riflessione serale che, nella sua scarna prosa, reca molti più spunti di riflessione del "sito di informazione locale" Castellanz@ Online(CC).

CONFABULATION

Alcune sere fa, all’uscita della riunione plenaria che il gruppo Partecipiamo indice puntualmente ogni mese; mi sono attardato a confabulare con un’amica della fazione.
Una riflessione è subito andata sul fatto che Castellanza, per incapacità, sta perdendo un sacco di servizi ed opportunità. In via Roma non è rimasto praticamente piu’ nulla dell’ASL.
Anche per le siringhe per insulina bisogna emigrare a Busto Arsizio. In città non ci sono defibrillatori – ad esempio Legnano è molto ben dotata - noi no. In 7,5 Kmq. di territorio abbiamo due Cliniche che si fanno il loro bel business, ottengono ogni cosa, ma se vuoi un appuntamento d’urgenza ti attacchi e paghi!
Storie vecchie, ma qualcuno ci aveva promesso tutt’altro. Le bugie hanno le gambe corte ed infatti si ricorre  al tacco 10, rischiando distorsioni.
Sanità è anche attenzione per i cittadini pulendo meglio le strade (e qui conta anche la nostra maleducazione), irrorando gli alberi non segati con sostanze naturali anti insetti volanti.
L’erba è ovunque, i topi anche. Se non ci sono soldi, dopo un anno e passa, vuol dire che: o le spese (anche di personale) son troppe, o non sei in grado d’amministrare, la qual cosa è inquietante e pericolosa.
In un anno mi diceva anche l’amica, non si è stati capaci di realizzare “un qualcosa” d’importante  Ma non si è nemmeno stati capaci di pensarla!
Le risorse comunque ci sono perché parlando al telefono con l’amico Paolo, è uscito che per una erigenda costruzione su terreno “marcio” la sua Società ha già versato 300.000 € d’oneri e si accolla la costruzione di tre pozzi perdenti.  Lavori spettanti forse al Comune.
Questo è solo un esempio delle opere che sulla carta “Partecipiamo” avrebbe fermato e che invece non è stata capace.
Chissà quando si scoperchierà l’Olona nei pressi della vecchia Esselunga. Il lavoro andava fatto già da tempo,se non partirà a brevissimo ci saranno altri ricorsi. Che sistema sciocco di lavorare!
Per propria utilità logistica, senz’altro si rimetterà in funzione presto il ponte vicino alla nuova “disastrata” stazione. I soliti son premiati  sempre i cittadini esistono?
Sempre confabulando con l’amica è uscita l’annosa storia delle bollette dell’acqua potabile. In attesa della Commissione d’inchiesta per far luce su “espropri di denaro” dalle tasche dei cittadini si continua a pagare ma non si sa cosa. Io e l’amica ci siamo rammentati a vicenda che la questione acqua veniva trattata anni fa nelle nostre riunioni periodiche e che la futura candidata si batteva con noi per trovare soluzioni eque a favore dei cittadini. Ora che ha gli strumenti per farlo dov’è?
All’improvviso si è accesa la luce di una finestra nel condominio dove sostavamo a confabulare.
Per paura di un catino di acido urico ci siamo salutati in fretta.
Che magnifica serata, che povera Castellanza!

Dott. Tiziano Lange’

 

 

Altre opinioni